immagine PoR 7 | Il passato del presente. Programma.

Persistenze o Rimozioni 7

Il Passato del Presente

Usi e abusi della storia nella formazione delle identità collettive

 

Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali

Università degli Studi di Siena

4-5 maggio 2017

 

Il convegno annuale dell’Associazione Culturale “Persistenze o Rimozioni” è quest’anno dedicato al “Passato del Presente”, agli usi e abusi della storia nella formazione delle identità collettive.

Dopo un lungo e controverso dibattito internazionale, è ormai assodato dalla ricerca interdisciplinare – dalla storia, alle scienze umane a quelle politiche e del territorio – come l’appartenenza nazionale e le identità collettive non siano caratteristiche innate dell’uomo, ma il risultato di vasti e complessi processi culturali: una costruzione artificiale determinata dall’incessante produzione mitopoietica di simboli, dall’invenzione di tradizioni e dalla creazione di un immaginario comune e di un orizzonte di memorie collettivamente condivise. Il sentimento di appartenenza è, quindi, in larga parte, il risultato di precise politiche di uso pubblico della storia.

Transizioni e cesure più o meno drammatiche hanno condotto le nazioni moderne, attraverso le sue élite intellettuali e politiche, a scrivere e/o riscrivere – attualizzandolo alle esigenze del presente – il discorso collettivo sulla propria identità in un processo fluido che tende a perpetuarsi e a rinnovarsi nel corso del tempo e con l’avvicendamento dei sistemi politici.

Il convegno di quest’anno intende mettere a fuoco proprio il carattere dinamico della formazione delle identità collettive e nazionali, riferendosi al prima e al dopo di un particolare turning point e prediligendo quegli approcci che, studiando appunto il “Passato del Presente”, facciano dell’oggi il punto di partenza per la riflessione sulla storia e l’identità.

 

Programma Provvisorio

Giovedì 4 maggio

15:00 Saluti istituzionali:

Prof. Stefano Maggi (Direttore DISPI Università di Siena);

Prof. Fulvio Conti (Università di Firenze, associazione Amici di Memoria e Ricerca).

15:30-18:30 Panel 1: Luoghi e simboli dell’identità nazionale

Coordinatore: Annarita Gori (ICS Lisboa)

Discussant: Prof. Massimo Baioni (Università di Siena)

Emanuele De Luca

(Università degli studi di Trieste – Universitat de Valencia)

 

 

I leoni del Congreso del los diputados.Spagna tra memoria nazionale e riorientamento imperiale
Matteo Giurco

(Università di Firenze-Università di Siena)

Niente di nuovo sul fronte orientale? Il Sacrario di Redipuglia e gli usi pubblici della

Grande guerra 1990-2014

 

 

 

Matteo Anastasi

(Lumsa Roma)

Fascismo, sport e identità nazionale. Gli stadi di calcio come veicolo di propaganda: dall’“Atleti Azzurri d’Italia” di Bergamo al “Renzo Barbera” di Palermo.

 

 

Costanza Calabretta

(Università di Roma Sapienza)

 

 

In cerca di nuovi simboli: il monumento alla Libertà e all’Unità.

 

 

 

Anat Goldman

(Tel Aviv University)

Genealogy of the buildings& façades as a means to identify a distinct collective urban identity

 

Venerdì 5 maggio

9:30-12:30 Panel 2: Tra celebrazioni e narrazioni  

Coordinatore: Oscar Greco (Università della Calabria)

Discussant: Prof. Marcello Ravveduto (Università di Salerno)

Federica Di Padova

(Università di Trieste)

Il museo della Memoria e dell’Accoglienza di Santa Maria al Bagno e la memoria dei profughi ebrei in Puglia (1943-1948).

 

 

Elisa Malvestito

(Istituto della Resistenza di Biella e Vercelli)

 

Fumetti Resistenti. La Resistenza nel graphic novel italiano.

 

 

Hanan Mousa

(Tel Aviv University)

Crystallization of the collective Identity through Employment and Exploitation of the Past in Palestinian Children’s Literature.

 

Menahem Merhavy

(Tel Aviv University)

A twenty first century Iranian tale – Cyrus Day in the Islamic Republic.

 

 

Andrea Borelli

(Università di Firenze)

Le politiche della memoria nella Russia di Putin: le celebrazioni militari (2008-2016).

 

14:30-17:30 Panel 3: Transizioni: il passato del presente

Coordinatore: Paolo Perri (Università della Calabria)

Discussant: Prof. Gianni Silei (Università di Siena)

Iker Iraola

(Universidad del País Vasco)

 

Usos de la historia en un conflicto nacional en cambio: el caso vasco.
Mirko Giancola

(Centre d’Etudes Sociales et Politiques Raymond Aron – Università di Roma 3)

 

Il “martirio proibito” di Mons. Angelelli. Usi e abusi della storia recente nell’Argentina post-dittatoriale.
Rune Brandt Larsen

(University of Lund)

Interpretations of a common past.

 

 

Andrea Martini

(Università Napoli L’Orientale)

Memoria privata o memoria di una nazione?
Nicola Tonietto

(Università di Udine- Università  di Trieste)

L’identità della destra italiana e la sua (auto)rappresentazione.

 

17:45 Assemblea dei Soci

 

Annunci

2 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...